pornfile

ITALFIRE_SRL...
Condividi su Facebook


PDF Stampa E-mail
martedì 27 settembre 2016 12:15
Notizie Spettacolo e Cultura: Oscar, arriva la candidatura per “Fuocoammare”
Scritto da Redazione1   
ImageÈ il documentario di Gianfranco Rosi “Fuocoammare” il film italiano candidato all'Oscar per il miglior film in lingua non inglese. La pellicola è stata girata a Lampedusa. Il regista la considera il confine più a Sud d'Europa. Nell'isola vengono le storie dei i lampedusani, e dei migranti che sbarcano diretti altrove. La cerimonia di consegna degli Oscar si terrà a Los Angeles domenica 26 febbraio 2017.

La Commissione di selezione era composta da Nicola Borrelli, Direttore Generale Cinema del Mibact; Tilde Corsi e Roberto Sessa, produttori; Osvaldo De Santis e Francesco Melzi d'Eril, distributori; Piera Detassis e Enrico Magrelli, giornalisti; il regista Paolo Sorrentino e Sandro Veronesi. Fuocoammare va oltre le evidenze di un mero notiziario televisivo, oltre l’orrore e le immagini delle centinaia di corpi senza vita, di fotogrammi che non lasciano spazio alla fantasia. Il film affronta, con delicatezza, i piccoli-grandi problemi di Samuele, un bambino di 12 anni. La realtà si divide ed è qui lato straordinario dell’opera: da un lato la vita tranquilla e inconsapevole di Samuele, una metafora di una Europa infantile, miope, con evidenti difficoltà a osservare la realtà; dall’altro, attorno a quella stessa isola, un immenso dramma umano che deve essere fermato.

Fuocoammare, film documentario che racconta con immagini molto forti la vita quotidiana a Lampedusa tra normalità e dramma con gli sbarchi dei migranti, ha vinto anche l'Orso d'Oro al Festival di Berlino 2016. Il regista Rosi ha dedicato l'Orso alle vittime: “Il mio pensiero  stasera va a tutti coloro  che a Lampedusa non sono mai arrivati nel loro viaggio della  speranza - esordisce - e alla gente di Lampedusa, che da venti,  trenta anni apre il suo cuore a chi arriva. È inaccettabile che la gente muoia a mare, mentre  cerca di superare le frontiere. Quando chiesi al dottore come mai  Lampedusa fosse così generosa ? lui mi rispose:  perchè siamo una terra di pescatori, e i pescatori accolgono  quello che viene dal mare. Dovremmo imparare tutti a essere un  pò più pescatori”.
 
 
< Precedente   Successiva >

Spettacolo: Ultime Notizie

Ritorna il rito della luce di Antonio Presti
Saranno dei di Giuseppe Ungaretti a segnare l'ideale passaggio di consegne dal G37 della Poesia all’ottava...
21-giu-2017 10:47  leggi tutto

Una mostra di Roberto Intorre apre il Salinadocfest
L’isola di Salina ospiterà il “SalinaDocFest”, che racconta di sofferte migrazioni e di culture...
21-giu-2017 10:45  leggi tutto

«Settimana delle culture» le mostre ancora visitabili
Sono tuttora in corso diverse mostre inaugurate nell’ambito della «Settimana delle Culture», promossa...
20-giu-2017 13:43  leggi tutto

«Settimana delle culture» le mostre ancora visitabili
Sono tuttora in corso diverse mostre inaugurate nell’ambito della «Settimana delle Culture», promossa...
20-giu-2017 10:02  leggi tutto

«Settimana delle culture» le mostre ancora visitabili
Sono tuttora in corso diverse mostre inaugurate nell’ambito della «Settimana delle Culture», promossa...
20-giu-2017 10:02  leggi tutto

Ultime Notizie

Sicilia,    Palermo,    Catania,   Messina,   Caltanissetta,   Trapani,   Siracusa, Ragusa,   Agrigento,   Enna,   I Comuni 

BON_BON...
Arricchisci il tuo sito con Hercole
Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.   Ok   Più info...