XXX Rape

DarksFetish.com
loadpornmovies.com

DarksSide.com
DNA_BONSIGNORE..
Condividi su Facebook


PDF Stampa E-mail
sabato 10 giugno 2017 10:01
Notizie Economia: Reddito di inclusione, 2 miliardi per oltre 600mila famiglie
Scritto da Redazione   
ImageDue miliardi l'anno per aiutare circa 660mila famiglie a partire dal 2018. Il Consiglio dei ministri ha dato il suo primo sì al decreto che sblocca il Reddito d'inclusione (Rei).

Il sostegno va da un minimo di 190 euro al mese a un massimo di 485. Ma, a sorpresa, il Cdm ha anche approvato un dl con "disposizioni urgenti per la crescita economica nel Mezzogiorno". Il provvedimento, infatti, mira a sostenere i giovani meridionali e apre a regole più vantaggiose per quelle che vengono battezzate "zone economiche speciali". Per rientrare occorre avere un reddito Isee sotto i 6mila euro e un patrimonio immobiliare inferiore ai 20mila euro.

Per semplificare le procedure di accesso e per evitare l'avvento di “furbetti”, al Rei si accederà attraverso una dichiarazione Isee precompilata. Ad avere la priorità saranno i nuclei "con almeno un figlio minorenne o con disabilità, con una donna in stato di gravidanza o un over 55 in disoccupazione". Centrati tutti i criteri si potrà ottenere un sostegno su base mensile, tanto maggiore quanto più è numerosa la famiglia, per un "periodo continuativo non superiore ai 18 mesi", prorogabile non prima che ne siano passati altri sei. Il decreto prevede anche la nascita di una Rete per la protezione e l'inclusione sociale. Per l'Italia meridionale il Governo pensa a un piano d'azione con tre direttrici, a cominciare da un sostegno di 40mila euro ai giovani imprenditori, chiamato "Resto al Sud".

Arrivano poi le Zes, Zone economiche speciali, pensate per rilanciare le aree portuali, con agevolazioni fiscali aggiuntive. L'obiettivo dichiarato è "attrarre player internazionali" . L'ultima azione sta nel taglio alla burocrazia, con misure volte a velocizzare investimenti pubblici e privati. Insomma si tenta di frenare lo spopolamento del Mezzogiorno, allo stesso tempo di suscitare l'interesse dei capitali stranieri, mettendo sul piatto "significative risorse" ma anche con uno sforzo per semplificare le regole del gioco. "E' un primo passo", spiega il premier Paolo Gentiloni, assicurando "ulteriori" iniziative. Tanto che, sottolinea il presidente del Consiglio, è stata avanzata una proposta di Reddito d'inclusione a livello europeo. Il ministro del Lavoro, Giuliano Poletti, firmatario del provvedimento, garantisce il massimo impegno per "mettere tutti i cittadini in condizione" di fare la domanda e accedere al beneficio se in possesso dei requisiti.
 
 
< Precedente   Successiva >

Economia: Ultime Notizie

Lavoro, Istat: “Le imprese tornano a cercare personale”
Nelle imprese si torna a cercare lavoro. Questo secondo l’Istat, che, rispetto ai primi tre mesi dell’anno...
11-ago-2017 10:31  leggi tutto

Autovelox, il Viminale: ''Stop a quelli selvaggi''
Il Viminale dice stop agli autovelox ''troppo selvaggi''. Arriva, infatti, una circolare, che porta la firma del direttore...
11-ago-2017 10:27  leggi tutto

Firmato il protocollo d'intesa per la realizzazione della ciclovia della Magna Grecia
L'Assessore ai Beni Culturali e all'Identità siciliana Carlo Vermiglio ha firmato a Roma il protocollo d'intesa con il...
10-ago-2017 10:06  leggi tutto

Visite fiscali, dal 1 settembre se ne occuperà l'Inps
''Spetterà all'Inps la competenza esclusiva di effettuare visite mediche di controllo sulle assenze per malattia, anche...
10-ago-2017 09:38  leggi tutto

Costruzioni, oltre diecimila lavoratori in meno in cinque anni - Catania fanalino di coda in Italia
Oltre diecimila lavoratori in meno nel settore delle Costruzioni in Sicilia negli ultimi cinque anni. Un calo dell’11,4%...
09-ago-2017 11:30  leggi tutto

Ultime Notizie

Sicilia,    Palermo,    Catania,   Messina,   Caltanissetta,   Trapani,   Siracusa, Ragusa,   Agrigento,   Enna,   I Comuni 

Arricchisci il tuo sito con Hercole
Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.   Ok   Più info...