XXX Rape

DarksFetish.com
loadpornmovies.com

DarksSide.com
ITALFIRE_SRL..
Condividi su Facebook


PDF Stampa E-mail
giovedì 27 luglio 2017 11:05
Notizie Cronaca: Mafia, la Dia: Riina mantiene ancora la leadership"
Scritto da Redazione   
ImageOttanta famiglie, quindici mandamenti e una suddivisione meno rigida rispetto al passato. E' quanto si legge nella relazione della Dia sull'attività svolta nel secondo semestre del 2016 sull'organizzazione di Cosa nostra a Palermo e provincia. Dalle più recenti acquisizioni investigative, il territorio della provincia palermitana risulta suddiviso in 15 mandamenti (8 in città e 7 in provincia), composti da 80 famiglie (32 in città e 48 in provincia). Cosa nostra palermitana permane in uno stato di rimodulazione degli assetti e dei luoghi di influenza. La suddivisione dei mandamenti, però non è più rigidamente osservata, ma talvolta surrogata da un sistema di referenze territoriali, con compiti di gestione complessiva delle attività criminali di maggiore importanza, e da un ampliamento della competenza d'area delle famiglie operativamente più attive. La leaderschip di Cosa Nostra resterebbe ancora nelle salde mani di Totò Riina. L'ormai ottantaseienne boss corleonese continuerebbe ad essere al vertice e ciò confermerebbe lo stato di crisi di un'organizzazione incapace di esprimere una nuova figura in sostituzione di un'ingombrante icona simbolica, detenuta dal gennaio 1993 e sottoposta a speciale regime carcerario - mentre la Commissione provinciale, atteso lo stato di detenzione di quasi tutti i suoi componenti, risulta impossibilitata a riunirsi". L'analisi sulla leadership di Cosa nostra da parte di Totò Riina arriva pochi giorni dopo il dibattito sulla sua eventuale uscita dal carcere per ragioni di salute. Cosa nostra avrebbe riconosciuto legittimità ad agire ad un organismo collegiale provvisorio, costituito dai più influenti capi mandamento della città. Questo organismo assolverebbe a funzioni di consultazione e raccordo strategico fra i mandamenti palermitani - prosegue la relazione - "Si tratterebbe di una cupola anomala, che non coinvolge l'intera organizzazione e alla quale prenderebbero parte reggenti scarcerati per fine pena o figli d'arte, che non sempre godono di unanime riconoscimento". Le famiglie che hanno affidato il controllo del territorio ad elementi impulsivi e talvolta spregiudicati, incapaci di calcolare le conseguenze delle loro decisioni, lontani dallo stereotipo di Cosa nostra, devono ora fare ricorso ai consigli di anziani e uomini d'onore chiamati a sopperire, con il loro carisma, a giovani reggenti inadeguati.
 
 
< Precedente   Successiva >

Cronaca: Ultime Notizie

Truffa sul carburante, 11 indagati a Taormina
''Una truffa sul carburante''. E' questa l'ipotesi di reato dell'inchiesta condotta dalla guardia di finanza...
12-ago-2017 10:25  leggi tutto

Rifiuti, a Palermo il recupero. Emergenza nel Trapanese
Dopo un primo allarme, adesso, l'emergenza rifiuti a Palermo sembra che stia rientrando. Nelle scorse ore...
12-ago-2017 10:16  leggi tutto

Esodo di Ferragosto, weekend da “bollino rosso” in Sicilia
Bagagli, occhiali da sole, chiavi in mano e si parte. Comincia per gli italiani il weekend di Ferragosto tra...
12-ago-2017 10:11  leggi tutto

Incendi, roghi a Campofelice di Fitalia e Piraino
La Sicilia non smette di bruciare. La situazione peggiore, nelle scorse ore, si è registrata a Campofelice...
11-ago-2017 10:26  leggi tutto

Incendi in Sicilia, case evacuate nell'Ennese
Ancora fiamme in Sicilia, dove è salito a 17 il numero di incendi divampati nelle sole ultime ore in Sicilia...
10-ago-2017 09:31  leggi tutto

Ultime Notizie

Sicilia,    Palermo,    Catania,   Messina,   Caltanissetta,   Trapani,   Siracusa, Ragusa,   Agrigento,   Enna,   I Comuni 

BON_BON..
Arricchisci il tuo sito con Hercole
Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.   Ok   Più info...