XXX Rape

DarksFetish.com
loadpornmovies.com

DarksSide.com
MEDIAFIN_2_DI_LI_CALZI_ARCANGELO..
Condividi su Facebook


PDF Stampa E-mail
giovedì 13 luglio 2017 10:25
Notizie Cronaca: San Vito, fiamme spente. Roghi anche ad Agrigento
Scritto da Redazione   
ImageLa Sicilia è ancora sommersa dalla fiamme. San Vito Lo Capo è sconvolta per l'incendio che ha minacciato il villaggio turistico di Calampiso.

Al momento, la situazione sembrerebbe tornare lentamente alla normalità. Tuttavia, gli ospiti di Calampiso non rientreranno fino a sabato. Intanto, dopo l'evacuazione dei 600 villeggianti sono cominciati i controlli per verificare il funzionamento degli impianti elettrici, idrici e delle comunicazioni che potrebbero essere stati danneggiati. Gli immobili non hanno riportato danni, ma c'è ancora un forte odore di fumo che non consente il rientro dei turisti.

Fiamme, invece, a Castellammare del Golfo in contrada Bocca Carrubba e nella zona di Santa Ninfa, e ad Agrigento  in contrada Pisarra, vicino Montallegro. Anche a Polizzi Generosa è scattata l’emergenza incendi intorno alle 7 di questa mattina. Altri due grossi incendi anche nel Catanese nei territori di Linguaglossa e Castiglione di Sicilia, sul versante nord dell'Etna. Il rogo è partito in contrada Piano Felce ma il vento ha spinto il fronte di fuoco verso i boschi. Gli uomini della forestale hanno effettuato interventi via terra ma è stato chiesto l’intervento di un canadair per cercare di spegnere il fronte di fuoco.

Sull' emergenza incendi, si è pronunciato anche il governatore Crocetta: “Faccio un appello al ministro della Giustizia e a quello dell'Interno per introdurre pene severissime nei confronti dei piromani. Questo è il messaggio che lancio da Messina". Lo ha detto il presidente della Regione Rosario Crocetta nel comune di Messina a margine di un incontro con la Protezione civile per gli incendi che si sono sviluppati nei giorni scorsi.

Intanto, i deputati siciliani del Movimento 5 Stelle eletti all'Ars e alla Camera annunciano un esposto contro la Regione. "I ritardi nella programmazione delle campagne antincendio, - continuano i Cinquestelle - l'assenza di presidii e la mancata riorganizzazione del corpo Forestale siciliano (dopo lo scioglimento di quello statale) sono le vere cause. Gli incendi estivi, quali che siano le origini, hanno una sola motivazione: la mancata prevenzione"

Anche Legambiente tuona che  "La Sicilia continua a bruciare. Il governo regionale non riesce a fare nulla, ha fallito anche su questo fronte e riesce solo a versare lacrime di coccodrillo, cercando di fuggire dalle sue responsabilità e gravi colpe". Lo afferma Gianfranco Zanna, presidente regionale di Legambiente Sicilia.
 
 
< Precedente   Successiva >

Cronaca: Ultime Notizie

Rischio sismico, soldi alla Sicilia per scuole e opere pubbliche
A poche ore dall'ultimo terremoto che ha colpito l'isola di Ischia e Casamicciola con un un bilancio di due morti...
23-ago-2017 10:02  leggi tutto

Palermo, falso allarme bomba al McDonald's
Un allarme bomba è scattato ieri intorno alle 22 al McDonald's di via Leonardo da Vinci, vicino viale Regione Siciliana...
23-ago-2017 10:01  leggi tutto

Dalle bibite alle pizze, gli affari dei boss dal carcere
Da una parte una società di distribuzione alimentare che imponeva ai bar le forniture, bibite e quant'altro, dall'altra...
23-ago-2017 10:00  leggi tutto

Recensione razzista ad un ristorante palermitano
«Si mangia bene, sono gentili ed efficienti. La pizza è buona ma il servizio ai tavoli, svolto da uomini di colore...
22-ago-2017 10:02  leggi tutto

Palermo, 15enne di Borgo Nuovo scomparso da 2 giorni
E’ sparito da due giorni il quindicenne Gabriele Visconti del quartiere di Borgo Nuovo a Palermo. Il padre Gaetano ha lanciato...
22-ago-2017 10:00  leggi tutto

Ultime Notizie

Sicilia,    Palermo,    Catania,   Messina,   Caltanissetta,   Trapani,   Siracusa, Ragusa,   Agrigento,   Enna,   I Comuni 

BON_BON..
Arricchisci il tuo sito con Hercole
Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.   Ok   Più info...