pornfile

AFFARINORO2..
Condividi su Facebook


PDF Stampa E-mail
venerdì 21 aprile 2017 10:22
Notizie Cronaca: Cocaina nella "Palermo bene": quattro patteggiamenti
Scritto da Redazione   
ImageHanno chiesto di patteggiare la pena quattro dei cinque presunti pusher arrestati a febbraio per spaccio di cocaina. Tra i clienti, come emerse dalle indagini, c'erano 15 avvocati, un assistente di volo, titolari ristoranti noti in città a cui i pusher a “domicilio” recapitavano la droga. La richiesta di patteggiamento è stata avanzata da Danilo Biancucci (3 anni e 8 mesi), Giovanni Fiorellino (3 anni e 8 mesi), Alessandro La Dolcetta (2 anni) e Stefano Macaluso (4 anni). Antonino Di Betta ha invece scelto il rito abbreviato. Adesso il gup si dovrà pronunciare sui patteggiamenti. La Procura aveva chiesto e ottenuto il processo con rito immediato (e quindi senza l'udienza preliminare). Secondo il pm Maurizio Agnello, che ha coordinato le indagini, Stefano Macaluso e Antonino Di Betta si sarebbero alternati nei turni di spaccio. Di solito Macaluso faceva il “turno” dalle 8 alle 20, mentre la notte lavorava Di Betta. Sono stati monitorati per sessanta giorni e hanno ricevuto circa 80 richieste al giorno di cocaina, che raddoppiavano nei festivi, finendo col far registrare oltre 22 mila conversazioni. Una raffica di chiamate, circa 300 al giorno, tutte codificate, sintetiche. Servivano a mettersi d’accordo per gli incontri.Gli avvocati in qualche caso chiedevano di portare la droga vicino allo studio. Dai sequestri, è emerso che la cocaina era molto pura, con principio attivo sempre superiore al 76%. Secondo le stime della Procura, gli acquirenti censiti sono 580. 22 mila in tutto le telefonate registrate con oltre 5.500 messaggi. La dose minima smerciata era di 0,4 grammi. Con un totale di circa un chilo di cocaina al mese. Intercettando Macaluso e Di Betta, è venuta fori anche l’altra banda di pusher. Anche loro ricevano centinaia di chiamate al giorno e lavoravano su turni. La qualità della droga però sarebbe stata meno pura. Tanto che alcuni clienti parlavano di “birra sventata” e chiedevano una nuova dose.
 
 
< Precedente   Successiva >

Cronaca: Ultime Notizie

Tragedia alla Targa Florio, resta grave la figlia del pilota
Ancora sangue sulla Targa Florio, la competizione automobilistica storica siciliana, valevole come campionato...
22-apr-2017 11:15  leggi tutto

Via D'Amelio, è ergastolo per i boss
La Corte d’Assise di Caltanissetta, presieduta da Antonio Balsamo, ha condannato all’ergastolo i...
21-apr-2017 10:19  leggi tutto

Misilmeri: tre arresti per droga e sequestro di hashish
Nel corso delle festività i Carabinieri della stazione di Misilmeri hanno eseguito mirati controlli finalizzati al contrasto...
21-apr-2017 10:18  leggi tutto

Emergenza diabete, crescono numeri e costi della malattia
Il vertiginoso ritmo di crescita della prevalenza del diabete, secondo soltanto all’incremento dei suoi costi, rappresenta...
21-apr-2017 10:16  leggi tutto

Squillo nel centro di Palermo, sgominata rete di incontri
Un sito internet di incontri serviva da &vetrina& per prendere contatto con le ragazze, che, una volta testata l'affidabilità...
21-apr-2017 10:13  leggi tutto

Ultime Notizie

Sicilia,    Palermo,    Catania,   Messina,   Caltanissetta,   Trapani,   Siracusa, Ragusa,   Agrigento,   Enna,   I Comuni 

BON_BON..
Arricchisci il tuo sito con Hercole
Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.   Ok   Più info...