pornfile

AFFARINORO2..
Condividi su Facebook


PDF Stampa E-mail
martedì 10 gennaio 2017 12:21
Notizie Cronaca: Ragazza bruciata a Messina difende l'ex
Scritto da Redazione   
ImagePoteva essere l'ennesimo caso di femminicidio, tentato e non riuscito fortunatamente, ma il crimine che è accaduto a Messina nel quartiere Bordonaro dove una ragazza è stata arsa alle sei del mattino con fuoco e benzina, è diventato un dramma dai risvolti sociologici e psicologici complicati. Ylenia Grazia Bonavera, la ventiduenne che è ancora ricoverata in ospedale per le ustioni sul 13% del corpo, infatti, dalla sua stanza d'ospedale, difende il fidanzato, o ex, secondo le prime ricostruzioni, il 24enne Alessio Mantineo di Messina che è stato fermato dalla Procura per tentativo di omicidio pluriaggravato. Per la polizia di Stato e i magistrati è stato lui a darle fuoco. «Se uno ti ama non ti può fare questo. Non è stato lui». Quello che ha gettato la benzina addosso e poi ha appiccato il fuoco «era molto più alto di me, capelli lunghi, robusto», invece «il mio ragazzo è molto più basso di me e senza capelli». «Ero andata a ballare, con amici - ricostruisce - ero un pochettino ubriaca e quando sono tornata a casa ho sentito bussare alla porta». Ha aperto senza chiedere chi fosse. Ed è allora che è scattata l'aggressione. Prima di tornare a casa aveva incontrato Alessio che le ha «pure regalato un po' di soldi, - ha detto la ragazza - mi ha baciato, eravamo tranquilli». Per Ylenia, lui si è presentato in Questura per dire «io non scappo, sono qua». E su chi possa averla aggredita ipotizza: «C'è tanta gente invidiosa: ho perso parecchi chili, e uomini e donne sono rimasti... male, ora dicono: 'Guarda che è bella'». M Secondo la Procura di Messina la posizione del 24enne non cambia. Il fermato, è stato identificato da altri elementi di prova che sono stati allegati alla richiesta di convalida inviata al Gip. L'uomo è accusato di tentativo di omicidio premeditato aggravato dalla crudeltà. Le indagini della squadra mobile sono coordinate dal procuratore aggiunto Giovannella Scaminaci e dal sostituto Antonella Fradà. Dalla Procura di Messina si sottolinea che "nessuna denuncia era stata presentata in passato" dalla 22enne e che "l'immediato intervento della squadra Mobile ha permesso di chiarire le dinamiche di quanto accaduto e le responsabilità" del suo ex fidanzato che ieri sera si è presentato in Questura, accompagnato dal suo legale, avvalendosi della facoltà di non rispondere.  
 
< Precedente   Successiva >

Cronaca: Ultime Notizie

Pacca sul sedere a dipendente: 2 anni e mezzo al direttore
Può costare cara una pacca sul sedere, anche se scherzosa, a una dipendente. Domenico Lipari, ex direttore...
22-giu-2017 10:34  leggi tutto

Corruzione tra Agrigento e Palermo, 15 persone coinvolte
Due persone in carcere, cinque ai domiciliari ed obbligo di dimora per dieci. E' il bilancio dell'operazione contro...
22-giu-2017 10:31  leggi tutto

Maturità, le tracce della seconda prova
È Seneca l'autore proposto al liceo Classico per la versione di latino, seconda prova della Maturità 2017...
22-giu-2017 10:27  leggi tutto

Maturità, al via per oltre 47 mila gli studenti siciliani
In tutta Italia sono più di mezzo milione i giovani che dovranno affrontare l'esame di Stato per prendere il tanto...
21-giu-2017 10:44  leggi tutto

Impiegata si finge amica di Messina Denaro per il pizzo
Si spacciava per emissaria della 'primula rossa' di Cosa Nostra, il boss latitante Matteo Messina Denaro, per imporre un...
21-giu-2017 10:42  leggi tutto

Ultime Notizie

Sicilia,    Palermo,    Catania,   Messina,   Caltanissetta,   Trapani,   Siracusa, Ragusa,   Agrigento,   Enna,   I Comuni 

Arricchisci il tuo sito con Hercole
Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.   Ok   Più info...