DNA_BONSIGNORE..
Condividi su Facebook


PDF Stampa E-mail
martedì 18 ottobre 2016 14:53
Notizie Cronaca: Pazienti da strutture pubbliche a private:arresti a Catania
Scritto da Redazione   
ImageIl gip del tribunale di Catania ha emesso cinque ordinanze di custodia cautelare per cinque dirigenti medici e imprenditori del settore sanitario, che sono accusati di associazione a delinquere finalizzata al compimento di reati di corruzione e abuso d’ufficio.

In esecuzione dell’ ordinanza emessa dal G.I.P. del Tribunale di Catania su richiesta di questa Direzione Distrettuale Antimafia, i finanzieri del Comando Provinciale di Catania hanno tratto in arresto Francesco MESSINA DENARO (classe ’61), procuratore speciale della DIAVERUM ITALIA SRL per la Sicilia, Salvatore GUARINO (classe ’51) e Carmelo PAPA (classe ’56) rispettivamente amministratore di fatto e di diritto del centro dialisi privato “Le Ciminiere SRL”. E, ancora Giorgio LEONE (classe ’64) ed Elvia SICUREZZA (classe ’51), dirigenti medici rispettivamente in servizio presso i Reparti di Nefrologia e Dialisi degli ospedali Garibaldi e Vittorio Emanuele di Catania.

Gli indagati, che sono stati posti agli arresti domiciliari, rispondono di associazione a delinquere finalizzata a una serie di episodi corruttivi per atti contrari ai doveri di ufficio posti in essere tra il luglio del 2014 e l’aprile del 2015. Nel dettaglio, nell’indagine delle Fiamme Gialle, i dirigenti medici coinvolti, in ragione della professione svolta, profittavano del rapporto diretto instaurato con pazienti affetti da patologie nefrologiche e bisognosi di terapia dialitica orientando, talora anche ricorrendo a “pressioni psicologiche”, l’invio di pazienti verso centri dialisi privati riconducibili al gruppo “DIAVERUM” o al centro dialisi “LE CIMINIERE”.

Il personale della pubblica sanità corrotto (infermieri e medici), in aperto conflitto di interessi e pienamente consapevole di compiere atti contrari al proprio ufficio, veniva compensato dagli imprenditori corruttori con assunzioni clientelari dei propri familiari nonché stipendi, consulenze e bonus contrattuali artatamente “gonfiati” ed attribuiti a prestanome o parenti.
 
 
< Precedente   Successiva >

Cronaca: Ultime Notizie

Morto in ospedale il 23enne ferito a Misilmeri
È deceduto per emorragia celebrale, all'ospedale dove era stato portato dopo un tragico incidente automobilistico...
07-dic-2016 13:12  leggi tutto

Nessuno stop alla Ztl, bocciato il ricorso
Il nuovo ricorso è stato presentato per chiedere la sospensiva di numerosi provvedimenti emessi dal Comune e dal Consiglio...
07-dic-2016 13:08  leggi tutto

Sfruttamento della prostituzione, 4 anni a poliziotto
Il gup Nicola Aiello ha condannato a quattro anni ciascuno (già scontati di un terzo per il rito abbreviato) il poliziotto...
07-dic-2016 12:56  leggi tutto

Immigrazione, nuova ondata di sbarchi in Sicilia
Ancora viaggi della speranza nelle acque del Canale di Sicilia con una nuova ondata di sbarchi nonostante le avverse condizioni...
06-dic-2016 12:00  leggi tutto

Anestesista morto, l'autopsia non chiarisce la dinamica dei fatti
E' ancora giallo sulla morte dell'anestesista di 41 anni trovato morto nella sua abitazione, a Palermo. Nelle scorse ore, sul...
06-dic-2016 11:57  leggi tutto

Ultime Notizie

Sicilia,    Palermo,    Catania,   Messina,   Caltanissetta,   Trapani,   Siracusa, Ragusa,   Agrigento,   Enna,   I Comuni 

PRIMAVERA_RISTORANTE_PIZZERIA
ADASI..
Arricchisci il tuo sito con Hercole
Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.   Ok   Più info...