pornfile

Condividi su Facebook


PDF Stampa E-mail
giovedì 29 settembre 2016 10:17
Notizie Cronaca: Federconsumatori, in Sicilia la Tari è aumentata del 23%- Video
Scritto da Redazione1   
ImageA puntare il dito sulla Tari in Sicilia è l'ultima indagine annuale di Federconsumatori. Tariffe altissime infatti l’Isola che è seconda solo alla Campania, con una media regionale di 381,06 euro. In due province siciliane la Tari è cresciuta nel 2016 rispetto al 2015 a Messina +5,21% e Ragusa +3,96%, dati che si riferiscono ad una abitazione da 100 metri quadri e tre componenti familiari. In tutta l'Isola la tassa sui rifiuti è cresciuta in media del 23% rispetto al 2010, mentre, nello stesso periodo, l'inflazione è cresciuta del 7,4%.

La Tari nei Comuni capoluogo della Sicilia non è affatto omogenea: ad Agrigento si pagano 385 euro, a Caltanissetta 288, a Catania ben 427, a Enna 315, a Messina 412, a Palermo 307, a Ragusa 407 e a Trapani 383. Caso limite Siracusa, maglia nera nazionale: con i suoi 502 euro di Tari con +69% rispetto alla media nazionale è il capoluogo italiano dove i cittadini spendono di più per smaltire i propri rifiuti. Se usciamo dalla Sicilia e andiamo alla media nazionale, sempre per abitazioni standard da 100 metri quadri, è subito evidente che i siciliani pagano molto di più. La media in Italia, infatti, è pari a 296 euro. A Belluno, ad esempio, la Tari è di soli 149 euro. Cioè 3,3 volte meno che a Siracusa e 2,5 volte meno rispetto alla media siciliana. Federconsumatori, però, non dimentica che mentre si discute della nuova legge sui rifiuti quella attualmente in vigore in Sicilia è ampiamente inapplicata. La posizione dell'associazione è chiara: “Bisogna scrivere e applicare in fretta una legge regionale ispirata, come chiede l'Unione Europea, ai criteri dell'economia circolare. Cioè favorire la produzione e il consumo di prodotti a basso impatto ambientale, il cui processo produttivo porti alla creazione della minor quantità possibile di rifiuti. Una volta raggiunto questo obbiettivo, infatti, la quantità di rifiuti prodotti e i costi che i cittadini dovranno pagare per smaltirli verranno nettamente abbattuti”, conclude il presidente di Federconsumatori Sicilia, Alfio La Rosa.
 
< Precedente   Successiva >

Cronaca: Ultime Notizie

Arriva in Italia il super autovelox che non solo registra, e multa, l'eccesso di velocità ma grazie
Arriva in Italia il super autovelox che non solo registra, e multa, l'eccesso di velocità ma grazie a una...
23-mar-2017 11:19  leggi tutto

Quattro arresti per l'omicidio di Caponnetto a Paternò
Quattro presunti appartenenti alla famiglia mafiosa santapaola-ercolano e, in particolare, alla frangia operante...
23-mar-2017 11:17  leggi tutto

''Assenteismo'' a Termini Imerese, licenziato impiegato comunale
Ancora un “furbetto del cartellino”. Stavolta, l'episodio si sarebbe verificato a Termini Imerese, dove...
22-mar-2017 10:32  leggi tutto

Ztl, stop al divieto per le auto il sabato mattina
Rivoluzione per la Ztl palermitana. Il comune, infatti, dice stop al divieto di circolazione, senza pass, per le auto...
22-mar-2017 10:30  leggi tutto

Rifiuti a Catania, Comune e Rap dicono no
Dopo la notizia della possibilità di trasferire i rifiuti di Palermo nel Catanese, Comune e Rap sono scesi in campo...
22-mar-2017 10:27  leggi tutto

Ultime Notizie

Sicilia,    Palermo,    Catania,   Messina,   Caltanissetta,   Trapani,   Siracusa, Ragusa,   Agrigento,   Enna,   I Comuni 

Arricchisci il tuo sito con Hercole
Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.   Ok   Più info...