pornfile

Condividi su Facebook


PDF Stampa E-mail
martedì 27 settembre 2016 10:16
Notizie Cronaca: Corleone, imprenditori denunciano il pizzo: 12 arresti
Scritto da Redazione1   
ImageAvrebbero fatto cadere il muro di omertà, ammettendo le richieste di pizzo. Questo quanto accaduto a Corleone, dove è stato inflitto un altro duro colpo alla mafia locale.

12, in totale, le persone che sono state arrestate dai carabinieri che hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal Gip di Palermo su richiesta della Procura distrettuale, nei confronti di persone accusate a vario titolo di estorsione e danneggiamento. Per altri due la misura della libertà vigilata per due anni dal momento che, secondo gli inquirenti, stavano progettando un omicidio. L’operazione nasce dalle indagini del Nucleo Investigativo di Monreale e dalla compagnia dei carabinieri di Corleone, dopo che otto imprenditori avrebbero ammesso di aver pagato il pizzo alla mafia.

Il blitz ha interessato la cosca corleonese e le famiglie di Chiusa Sclafani e Palazzo Adriano. Gli arrestati di oggi sono considerati i nuovi boss del territorio e, tra loro, emerge il nome di Carmelo Gariffo, nipote di Bernardo Provenzano. In manette anche Bernardo Saporito; due operai forestali stagionali Vincenzo Coscino e Vito Biagio Filippello; e ancora Francesco Scianni, Leoluca Lo Bue, Pietro Vaccaro. Già in cella Antonino Di Marco, Vincenzo Pellitteri e Pietro Masaracchia. In cella pure gli omonimi Francesco Geraci. Gli incensurati di i di Palazzo Adriano si sarebbero così rivolti agli uomini del clan per uccidere un parente, che ritenevano di troppo nella divisione di un'eredità. Un progetto sventato dalle indagini dei carabinieri.

Secondo gli investigatori avrebbero assoldato due uomini che dovrebbero essere proprio Pellitteri e Masaracchia promettendo la somma di tremila euro. A dare un contributo alle indagini anche le denunce di una decina di imprenditori vessati dalla cosca. Sentiti dai militari hanno ammesso di avere pagato il pizzo.
 
 
< Precedente   Successiva >

Cronaca: Ultime Notizie

Pacca sul sedere a dipendente: 2 anni e mezzo al direttore
Può costare cara una pacca sul sedere, anche se scherzosa, a una dipendente. Domenico Lipari, ex direttore...
22-giu-2017 10:34  leggi tutto

Corruzione tra Agrigento e Palermo, 15 persone coinvolte
Due persone in carcere, cinque ai domiciliari ed obbligo di dimora per dieci. E' il bilancio dell'operazione contro...
22-giu-2017 10:31  leggi tutto

Maturità, le tracce della seconda prova
È Seneca l'autore proposto al liceo Classico per la versione di latino, seconda prova della Maturità 2017...
22-giu-2017 10:27  leggi tutto

Maturità, al via per oltre 47 mila gli studenti siciliani
In tutta Italia sono più di mezzo milione i giovani che dovranno affrontare l'esame di Stato per prendere il tanto...
21-giu-2017 10:44  leggi tutto

Impiegata si finge amica di Messina Denaro per il pizzo
Si spacciava per emissaria della 'primula rossa' di Cosa Nostra, il boss latitante Matteo Messina Denaro, per imporre un...
21-giu-2017 10:42  leggi tutto

Ultime Notizie

Sicilia,    Palermo,    Catania,   Messina,   Caltanissetta,   Trapani,   Siracusa, Ragusa,   Agrigento,   Enna,   I Comuni 

Arricchisci il tuo sito con Hercole
Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.   Ok   Più info...