AFFARINORO2..
Condividi su Facebook


PDF Stampa E-mail
lunedì 05 settembre 2016 09:31
Notizie Cronaca: Madre Teresa di Calcutta ? santa
Scritto da Redazione1   
ImageColei che si è fatta ultima tra gli ultimi è diventata Santa. Madre Teresa di Calcutta è stata proclamata da papa Francesco ieri a piazza San Pietro. Il papa ha sottolineato nella sua omelia durante la messa di canonizzazione della piccola-grande suora "si è chinata sulle persone sfinite, lasciate morire ai margini delle strade, riconoscendo la dignità che Dio aveva loro dato; ha fatto sentire la sua voce ai potenti della terra, perché riconoscessero le loro colpe dinanzi ai crimini, dinanzi ai crimini - ha ripetuto - della povertà creata da loro stessi". 
Una piazza San Pietro gremita di gente. Grazie all'anticipo dell'apertura dei varchi alle ore 6, i fedeli sono potuti entrare senza disagi" ha reso noto la Questura. I controlli sono stati effettuati con metal detector per ogni singola persona che ha avuto accesso nella piazza mentre si sono svolte durante la notte le bonifiche dell'intera area. 
Tutti poi col viso rivolto verso l'alto per celebrare la santificazione di Madre Teresa, la donna che ha scelto di essere ultima accanto agli ultimi.  La piccola donna che ha fatto grandi cose. Albanese di religione cattolica, Madre Teresa di Calcutta era nata  in una famiglia benestante nel lontano 26 agosto 1910. Sceglie però di lasciare quel benessere e di stare al servizio dei più bisognosi e così fondato la congregazione religiosa delle Missionarie della carità.
Ha dedicato la sua intera vita alle vittime della povertà di Calcutta. E' diventata una delle persone più famose del mondo. Senza titoli da prima pagina, senza colossal al cinema, protagonismi o carriere da milioni di copie vendute. Lo è diventata salendo sul palco della carità, mettendosi semplicemente al servizio degli altri. Ha ricevuto il premio Nobel per la Pace nel lontano 1979. Morta nel 1997, il 19 ottobre 2003 è stata proclamata beata da papa Giovanni Paolo II. 
"La sua missione nelle periferie delle città e nelle periferie esistenziali - ha detto papa Francesco - permane ai nostri giorni come testimonianza eloquente della vicinanza di Dio ai più poveri tra i poveri. lei sia il vostro modello di santità!". 
In suo onore e secondo la lezione di vita che ha dato al mondo, dopo la canonizzazione di Madre Teresa il papa ha invitato a pranzo 1500 poveri e bisognosi, provenienti in gran parte soprattutto dai dormitori delle case delle suore di madre Teresa in Italia, nell'atrio dell'aula Paolo VI. Il menù è a base di pizza napoletana e l'invito è stato loro rivolto dal Papa. 
l pranzo è stato servito da circa 250 suore di Madre Teresa, 50 fratelli della Congregazione maschile e da altri volontari. 
 
 
< Precedente   Successiva >

Cronaca: Ultime Notizie

Sicurezza negli ospedali, 2 casi di medici aggrediti in poche ore
''Medici presi di mira'' a Palermo, dove, nelle scorse ore, sono state registrate ben due aggressioni. La prima...
18-gen-2017 12:21  leggi tutto

Incidente sulla Palermo-Agrigento, morto un pensionato
Tragico scontro sulla SS 121 Palermo- Agrigento all’altezza di Vicari. A perdere la vita nel violento impatto...
18-gen-2017 12:18  leggi tutto

Terremoto, tre forti scosse nel Centro Italia
La terra torna a tremare al Centro Italia. Panico tra gli abitanti. La violenta scossa è stata avvertita intorno...
18-gen-2017 12:01  leggi tutto

Inchiesta su voto di scambio, indagato Ferrandelli
Fabrizio Ferrandelli, in corsa a sindaco per le elezioni del capoluogo siciliano, sembrerebbe essere indagato per voto...
18-gen-2017 11:58  leggi tutto

Catania, arrestato il boss Galletta: “favorito da medici”
Duro colpo al clan Santapaola Ercolano. Sono scattate le manette per tre boss di spicco della cosca catanese. Nell’indagine...
18-gen-2017 11:54  leggi tutto

Ultime Notizie

Sicilia,    Palermo,    Catania,   Messina,   Caltanissetta,   Trapani,   Siracusa, Ragusa,   Agrigento,   Enna,   I Comuni 

PRIMAVERA_RISTORANTE_PIZZERIA
Arricchisci il tuo sito con Hercole
Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.   Ok   Più info...