pornfile

AFFARINORO2..
Condividi su Facebook


PDF Stampa E-mail
sabato 03 settembre 2016 11:57
Notizie Cronaca: 3 settembre 1982, Palermo ricorda Carlo Alberto Dalla Chiesa
Scritto da Redazione   
ImageSono passati 34 anni, ma Palermo non smette di ricordare. Era il 3 settembre 1982 quando il prefetto Carlo Alberto Dalla Chiesa, la moglie Emanuela Setti Carraro e l'agente della scorta, Domenico Russo, vennero uccisi in un agguato in via Isidoro Carini. Palermo ricorda Dalla Chiesa con un ricco calendario di eventi. Si è cominciato nelle scorse ore con la «Festa dell'Onesta», tra Porta Nuova e i Quattro Canti, promossa dall'Associazione Cassaro Alto, con il contributo di Confcommercio Palermo e il patrocinio della Città metropolitana e del comune che co-organizza l'iniziativa. In via Isidoro Carini, invece, si è è svolta la cerimonia di commemorazione con la deposizione di una corona di fiori, alla presenza del presidente del Senato Piero Grasso.

Poi, la Santa Messa nella chiesa di San Giacomo dei Militari all'interno della caserma dedicata a Carlo Alberto Dalla Chiesa. Eventi anche alla Cattedrale con la cerimonia di svelatura di una lapide dedicata al prefetto e in Corso Vittorio Emanuele, dove, nel pomeriggio, sarà deposto un mazzo di fiori presso il cippo da parte di un gruppo di bambini. Alle 17 nel Sagrato della Cattedrale l'esibizione della fanfara dei Bersaglieri. Alle 18, sempre nel Sagrato della Cattedrale, si terrà un incontro con l'europarlamentare Caterina Chinnici, seguirà alle 20 una tavola rotonda col sindaco Leoluca Orlando e Nando Dalla Chiesa, figlio del generale. Alle 21.00 sarà proiettato un filmato su Dalla Chiesa.

Quindi la lettura della preghiera del carabiniere, il silenzio fuori ordinanza e l'esibizione della fanfara dei carabinieri. Nelle scorse ore, invece, si è svolto il seminario Carlo Alberto Dalla Chiesa: l'impegno nella lotta alla mafia. La stagione del terrore". "Quel 3 settembre 1982 finiva la vita materiale di un uomo, ma iniziava la sua imperitura memoria, riferimento di un percorso di cambiamento che, costellato dal sacrificio di altri uomini dello Stato, - afferma una nota - oggi ci consente di guardare alla mafia come ad "un fatto umano" che come tutti gli altri "ha avuto un inizio ed avrà una fine”.
 
 
< Precedente   Successiva >

Cronaca: Ultime Notizie

San Giovanni La Punta, rapina in gioielleria: 3 arresti
Sono stati individuati e arrestati i tre presunti autori della rapina alla gioielleria ''Carassale Gioielli''...
23-giu-2017 11:02  leggi tutto

Clima, nuova ondata di caldo in tutta Italia
Nuova ondata di caldo in tutta Italia, con temperature alte a partire da lunedì soprattutto in Sicilia. ...
23-giu-2017 10:55  leggi tutto

Mafia, la relazione della Dna sulla criminalità organizzata
''Una mafia senza capi carismatici, criminali liberi seppur latitanti''. Questo il quadro che emergerebbe dalla...
23-giu-2017 10:54  leggi tutto

Rifiuti a Noto, presunte infiltrazioni mafiose: 4 arresti
Ci sarebbero le mani del clan Trigila sui rifiuti di Noto. La Polizia e la Guardia di Finanza hanno eseguito un’ordinanza...
23-giu-2017 10:52  leggi tutto

Pacca sul sedere a dipendente: 2 anni e mezzo al direttore
Può costare cara una pacca sul sedere, anche se scherzosa, a una dipendente. Domenico Lipari, ex direttore dell’Agenzia...
22-giu-2017 10:34  leggi tutto

Ultime Notizie

Sicilia,    Palermo,    Catania,   Messina,   Caltanissetta,   Trapani,   Siracusa, Ragusa,   Agrigento,   Enna,   I Comuni 

Arricchisci il tuo sito con Hercole
Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.   Ok   Più info...