AFFARINORO2..
Condividi su Facebook


PDF Stampa E-mail
giovedì 25 agosto 2016 12:54
Notizie Cronaca: Incidenti in Sicilia, continua la scia di sangue
Scritto da Redazione   
ImageContinua la scia di sangue lungo le strade siciliane. Una donna di 35 anni di Giarre è morta questa mattina, poco dopo le 7, sulla Statale 114 a San Leonardello, a causa dello scontro frontale tra due veicoli: un'Audi e una Lancia Y. La vittima è Melania Vinci, residente a Macchia di Giarre e originaria di Graniti, mamma di due figli di 11 e 5 anni. Ferito anche il conducente dell’Audi, un 22enne di San Giovanni la Punta.
Soltanto pochi giorni fa, un incidente mortale aveva coinvolto un 50enne, Mario Russo, finito in un burrone con il suo furgone vicino a San Cipirello, nel Palermitano. Feriti gravemente due passeggeri: il figlio di Russo e un nipote, che sono stati trasportati in elisoccorso all'ospedale Civico di Palermo dove sono adesso ricoverati in prognosi riservata. Tra le ipotesi più accreditate dell'incidente c'è quella di un malore del conducente che ha fatto perdere il controllo del furgone.
Ennesimo incidente anche sull'autostrada A29 Palermo-Mazara del Vallo dove, nella giornata di ieri, un camion si è ribaltato sulla carreggiata in direzione Palermo, tra la bretella che porta all'aeroporto di Punta Raisi e lo svincolo di Carini. Il bilancio è di un ferito.
Triste epilogo, invece, per il giovane 21enne, Sergio Guercio, ricoverato la notte del 23 luglio dopo un grave incidente stradale in viale del Fante. Per un mese ha lottato fra la vita e la morte nel reparto di rianimazione dell’ospedale Villa Sofia ma ieri suo cuore ha smesso di battere per le complicazioni sopraggiunte nelle ultime ore. Troppo gravi le ferite riportate nello schianto alle 4 del mattino mentre era in sella a uno scooter senza assicurazione con un amico, ancora ricoverato in ospedale. I due ragazzi, secondo quanto ricostruito dagli agenti della sezione infortunistica della polizia municipale, avrebbero perso il controllo del motociclo finendo contro un palo all’altezza dell’ingresso al Parco della Favorita.
Non sono invece gravi le condizioni della bambina di tre anni investita ieri poco prima di mezzogiorno in viale Strasburgo, mentre attraversava la strada sulle strisce pedonali in braccio al papà. La bimba si trova in osservazione all’ospedale Cervello. Più serie le condizioni del padre, di 35 anni, che nell’impatto con una Mercedes classe A guidata da un sessantenne, ha subito un trauma al volto. In particolare ha una profonda lesione all’occhio sinistro, tanto che i medici hanno deciso di riservare la prognosi. Illeso il conducente dell’auto.
 
 
< Precedente   Successiva >

Cronaca: Ultime Notizie

Morto in ospedale il 23enne ferito a Misilmeri
È deceduto per emorragia celebrale, all'ospedale dove era stato portato dopo un tragico incidente automobilistico...
07-dic-2016 13:12  leggi tutto

Nessuno stop alla Ztl, bocciato il ricorso
Il nuovo ricorso è stato presentato per chiedere la sospensiva di numerosi provvedimenti emessi dal Comune e dal Consiglio...
07-dic-2016 13:08  leggi tutto

Sfruttamento della prostituzione, 4 anni a poliziotto
Il gup Nicola Aiello ha condannato a quattro anni ciascuno (già scontati di un terzo per il rito abbreviato) il poliziotto...
07-dic-2016 12:56  leggi tutto

Immigrazione, nuova ondata di sbarchi in Sicilia
Ancora viaggi della speranza nelle acque del Canale di Sicilia con una nuova ondata di sbarchi nonostante le avverse condizioni...
06-dic-2016 12:00  leggi tutto

Anestesista morto, l'autopsia non chiarisce la dinamica dei fatti
E' ancora giallo sulla morte dell'anestesista di 41 anni trovato morto nella sua abitazione, a Palermo. Nelle scorse ore, sul...
06-dic-2016 11:57  leggi tutto

Ultime Notizie

Sicilia,    Palermo,    Catania,   Messina,   Caltanissetta,   Trapani,   Siracusa, Ragusa,   Agrigento,   Enna,   I Comuni 

PRIMAVERA_RISTORANTE_PIZZERIA
ADASI..
Arricchisci il tuo sito con Hercole
Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.   Ok   Più info...