pornfile

Condividi su Facebook


PDF Stampa E-mail
giovedì 25 agosto 2016 12:54
Notizie Cronaca: Incidenti in Sicilia, continua la scia di sangue
Scritto da Redazione   
ImageContinua la scia di sangue lungo le strade siciliane. Una donna di 35 anni di Giarre è morta questa mattina, poco dopo le 7, sulla Statale 114 a San Leonardello, a causa dello scontro frontale tra due veicoli: un'Audi e una Lancia Y. La vittima è Melania Vinci, residente a Macchia di Giarre e originaria di Graniti, mamma di due figli di 11 e 5 anni. Ferito anche il conducente dell’Audi, un 22enne di San Giovanni la Punta.
Soltanto pochi giorni fa, un incidente mortale aveva coinvolto un 50enne, Mario Russo, finito in un burrone con il suo furgone vicino a San Cipirello, nel Palermitano. Feriti gravemente due passeggeri: il figlio di Russo e un nipote, che sono stati trasportati in elisoccorso all'ospedale Civico di Palermo dove sono adesso ricoverati in prognosi riservata. Tra le ipotesi più accreditate dell'incidente c'è quella di un malore del conducente che ha fatto perdere il controllo del furgone.
Ennesimo incidente anche sull'autostrada A29 Palermo-Mazara del Vallo dove, nella giornata di ieri, un camion si è ribaltato sulla carreggiata in direzione Palermo, tra la bretella che porta all'aeroporto di Punta Raisi e lo svincolo di Carini. Il bilancio è di un ferito.
Triste epilogo, invece, per il giovane 21enne, Sergio Guercio, ricoverato la notte del 23 luglio dopo un grave incidente stradale in viale del Fante. Per un mese ha lottato fra la vita e la morte nel reparto di rianimazione dell’ospedale Villa Sofia ma ieri suo cuore ha smesso di battere per le complicazioni sopraggiunte nelle ultime ore. Troppo gravi le ferite riportate nello schianto alle 4 del mattino mentre era in sella a uno scooter senza assicurazione con un amico, ancora ricoverato in ospedale. I due ragazzi, secondo quanto ricostruito dagli agenti della sezione infortunistica della polizia municipale, avrebbero perso il controllo del motociclo finendo contro un palo all’altezza dell’ingresso al Parco della Favorita.
Non sono invece gravi le condizioni della bambina di tre anni investita ieri poco prima di mezzogiorno in viale Strasburgo, mentre attraversava la strada sulle strisce pedonali in braccio al papà. La bimba si trova in osservazione all’ospedale Cervello. Più serie le condizioni del padre, di 35 anni, che nell’impatto con una Mercedes classe A guidata da un sessantenne, ha subito un trauma al volto. In particolare ha una profonda lesione all’occhio sinistro, tanto che i medici hanno deciso di riservare la prognosi. Illeso il conducente dell’auto.
 
 
< Precedente   Successiva >

Cronaca: Ultime Notizie

Mattarella nell'aula bunker, una marea umana all'albero Falcone
Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha partecipato alla cerimonia nell'aula bunker di Palermo, organizzata...
24-mag-2017 11:04  leggi tutto

Ztl a Palermo, dal 15 giugno saranno attivate le telecamere
¡Qualche mese di ritardo rispetto al cronoprogramma, ma il «grande fratello» per le auto sta per entrare in funzione. La segnaletica...
24-mag-2017 10:44  leggi tutto

Boss Dainotti, il questore vieta i funerali
L'omicidio del boss Dainotti a Palermo Il questore vieta funerali pubblici Il questore di Palermo Renato Cortese ha vietato...
24-mag-2017 10:25  leggi tutto

Soccorsi 150 migranti, anche un neonato di 45 giorni
Operazioni di soccorso di migranti sono state effettuate nel Mediterraneo Centrale, da parte delle unità della Guardia...
23-mag-2017 10:40  leggi tutto

Mafia: boss ucciso; due le piste investigative
Gli inquirenti sono al lavoro sull'omicidio della Zisa che ha riportato la città di Palermo indietro di anni, ad un clima...
23-mag-2017 10:31  leggi tutto

Ultime Notizie

Sicilia,    Palermo,    Catania,   Messina,   Caltanissetta,   Trapani,   Siracusa, Ragusa,   Agrigento,   Enna,   I Comuni 

BON_BON..
Arricchisci il tuo sito con Hercole
Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.   Ok   Più info...