pornfile

ITALFIRE_SRL..
Condividi su Facebook


PDF Stampa E-mail
lunedì 22 agosto 2016 09:53
Notizie Cronaca: Catania, aggrediscono 3 migranti: incastrati da un video
Scritto da Redazione   
ImageAvrebbero aggredito tre migranti minorenni a Catania, ma l'agguato sarebbe stato ripreso da un cellulare, incastrando così i colpevoli. E' accaduto nei pressi del centro d'accoglienza San Cono, dove due auto avrebbero bloccato tre minorenni egiziani che stavano tornando nella struttura. Ad aggredirli sarebbero stati tre adulti che li avrebbero picchiati con mazze da baseball. Ad avere la peggio un minorenne, colpito alla testa con il calcio di una pistola. Il giovane adesso è ricoverato nel reparto di rianimazione dell'ospedale Garibaldi Nesima di Catania e per i medici «è in grave pericolo di vita» per i postumi di fratture al cranio e dopo un intervento per ridurre un grosso ematoma al cervello. A riprendere con il cellulare quanto accaduto une delle due vittime, che hanno 16 e 17 anni, che hanno riportato ferite e contusioni guaribili in cinque giorni. La visione delle immagini ha permesso ai carabinieri della compagnia di Caltagirone e del Nucleo investigativo di Catania di dare una svolta immediata alle indagini. Nel filmato militari della zona hanno riconosciuto due fratelli, e li hanno subito arrestati. Poco dopo è stato identificato il terzo 'picchiatore', anche lui finito in carcere. Accertamenti sono in corso per identificare i due 'autistì che sono rimasti sulle due auto in attesa che l'agguato venisse consumato. A finire in manette sono stati Antonino Spitale, di 18 anni, e i fratelli Giacomo e Davide Severo, di 32 e 23 anni. In casa di quest'ultimo militari dell'Arma hanno trovato una pistola ad aria compressa che era stata utilizzata per intimidire le tre vittime. Gli investigatori escludono l'ipotesi 'razziale', anche perchè il vero obiettivo dell'agguato è stato uno dei tre ragazzi contro il quale si sono accaniti. Al momento, tra le cause che avrebbero portato all'acceso diverbio, si ipotizza una discussione a causa di una pallonata o uno 'sguardo' ritenuto dagli aggressori “di troppo”. I tre sono indagati per tentativo di omicidio in concorso, lesioni personali e porto illegale di arme improprie. Su disposizione del procuratore di Caltagirone, Giuseppe Verzera, gli arrestai sono stati condotti in carcere. La scorsa settimana, nella struttura di San Cono, c'era stato un sequestro di alcuni operatori sociali da parte di alcuni centrafricani, che sono stati 'liberatì da egiziani. I due episodi per i carabinieri non sono collegati.
 
 
< Precedente   Successiva >

Cronaca: Ultime Notizie

''Si servivano di badanti per rapinare case'', 4 condanne
Avrebbero utilizzato delle badanti come basiste per rapinare case e ville di persone disabili, agendo in un...
25-mar-2017 17:59  leggi tutto

Vittoria, assalto in un bar: arrestato rapinatore
Avrebbe assalito il bar della stazione di Vittoria, sparando due colpi di pistola, dopo una violenta colluttazione...
24-mar-2017 12:15  leggi tutto

Si schianta con la moto, muore poliziotto a Palermo
Tragedia a Palermo, dove un incidente stradale è costato la vita a Salvatore Ilardo, poliziotto di 45 ¡anni. L'uomo...
24-mar-2017 12:14  leggi tutto

Anniversario dei Trattati di Roma, la capitale sarà blindata
Potenziati i controlli anti terrorismo a Roma. La capitale, infatti, è stata blindata all'indomani dell'attentato al...
24-mar-2017 11:26  leggi tutto

Porto Empedocle, guasto al motore: traghetto torna indietro
Grossi disagi per i circa 123 passeggeri del traghetto &Paolo Veronese&. Un guasto al motore, infatti, non ha permesso al...
24-mar-2017 11:22  leggi tutto

Ultime Notizie

Sicilia,    Palermo,    Catania,   Messina,   Caltanissetta,   Trapani,   Siracusa, Ragusa,   Agrigento,   Enna,   I Comuni 

Arricchisci il tuo sito con Hercole
Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.   Ok   Più info...