ITALFIRE_SRL..
Condividi su Facebook


PDF Stampa E-mail
lunedì 22 agosto 2016 09:53
Notizie Cronaca: Catania, aggrediscono 3 migranti: incastrati da un video
Scritto da Redazione   
ImageAvrebbero aggredito tre migranti minorenni a Catania, ma l'agguato sarebbe stato ripreso da un cellulare, incastrando così i colpevoli. E' accaduto nei pressi del centro d'accoglienza San Cono, dove due auto avrebbero bloccato tre minorenni egiziani che stavano tornando nella struttura. Ad aggredirli sarebbero stati tre adulti che li avrebbero picchiati con mazze da baseball. Ad avere la peggio un minorenne, colpito alla testa con il calcio di una pistola. Il giovane adesso è ricoverato nel reparto di rianimazione dell'ospedale Garibaldi Nesima di Catania e per i medici «è in grave pericolo di vita» per i postumi di fratture al cranio e dopo un intervento per ridurre un grosso ematoma al cervello. A riprendere con il cellulare quanto accaduto une delle due vittime, che hanno 16 e 17 anni, che hanno riportato ferite e contusioni guaribili in cinque giorni. La visione delle immagini ha permesso ai carabinieri della compagnia di Caltagirone e del Nucleo investigativo di Catania di dare una svolta immediata alle indagini. Nel filmato militari della zona hanno riconosciuto due fratelli, e li hanno subito arrestati. Poco dopo è stato identificato il terzo 'picchiatore', anche lui finito in carcere. Accertamenti sono in corso per identificare i due 'autistì che sono rimasti sulle due auto in attesa che l'agguato venisse consumato. A finire in manette sono stati Antonino Spitale, di 18 anni, e i fratelli Giacomo e Davide Severo, di 32 e 23 anni. In casa di quest'ultimo militari dell'Arma hanno trovato una pistola ad aria compressa che era stata utilizzata per intimidire le tre vittime. Gli investigatori escludono l'ipotesi 'razziale', anche perchè il vero obiettivo dell'agguato è stato uno dei tre ragazzi contro il quale si sono accaniti. Al momento, tra le cause che avrebbero portato all'acceso diverbio, si ipotizza una discussione a causa di una pallonata o uno 'sguardo' ritenuto dagli aggressori “di troppo”. I tre sono indagati per tentativo di omicidio in concorso, lesioni personali e porto illegale di arme improprie. Su disposizione del procuratore di Caltagirone, Giuseppe Verzera, gli arrestai sono stati condotti in carcere. La scorsa settimana, nella struttura di San Cono, c'era stato un sequestro di alcuni operatori sociali da parte di alcuni centrafricani, che sono stati 'liberatì da egiziani. I due episodi per i carabinieri non sono collegati.
 
 
< Precedente   Successiva >

Cronaca: Ultime Notizie

Morto in ospedale il 23enne ferito a Misilmeri
È deceduto per emorragia celebrale, all'ospedale dove era stato portato dopo un tragico incidente automobilistico...
07-dic-2016 13:12  leggi tutto

Nessuno stop alla Ztl, bocciato il ricorso
Il nuovo ricorso è stato presentato per chiedere la sospensiva di numerosi provvedimenti emessi dal Comune e dal Consiglio...
07-dic-2016 13:08  leggi tutto

Sfruttamento della prostituzione, 4 anni a poliziotto
Il gup Nicola Aiello ha condannato a quattro anni ciascuno (già scontati di un terzo per il rito abbreviato) il poliziotto...
07-dic-2016 12:56  leggi tutto

Immigrazione, nuova ondata di sbarchi in Sicilia
Ancora viaggi della speranza nelle acque del Canale di Sicilia con una nuova ondata di sbarchi nonostante le avverse condizioni...
06-dic-2016 12:00  leggi tutto

Anestesista morto, l'autopsia non chiarisce la dinamica dei fatti
E' ancora giallo sulla morte dell'anestesista di 41 anni trovato morto nella sua abitazione, a Palermo. Nelle scorse ore, sul...
06-dic-2016 11:57  leggi tutto

Ultime Notizie

Sicilia,    Palermo,    Catania,   Messina,   Caltanissetta,   Trapani,   Siracusa, Ragusa,   Agrigento,   Enna,   I Comuni 

PRIMAVERA_RISTORANTE_PIZZERIA
ADASI..
Arricchisci il tuo sito con Hercole
Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.   Ok   Più info...